Piccola postille. Uno dei modi di usare un blog potrebbe essere trasformarlo nell’epicentro della propria presenza in rete, un po’ come dicono i wu ming, e farci girare, oltre a rilfessioni e appunti, anche tutti i contenuti che poi si vuole fare finire su social.

Questo implica anche un’integrazione tra diverse fonti, la possibilità di inviare da telefonino diversi tipi di contenuto, e  – essenziale, almeno per come la vedo io – la proprietà dello spazio. Perché non mi va per niente che un qualsiasi Grande Sistema di internet si appropri dellle mie cose a suo piacere. Bisognerà rifletterci.